Ancora una aggressione fascista a Lucca

Sabato 15 maggio presso il birrificio Bruton a San Cassiano di Moriano (Lucca) c’è stata l’ennesima aggressione fascista.

Verso la una di notte tre fascisti che si erano presentati all’ingresso del locale sono stati allontanati dagli organizzatori del concerto che li avevano riconosciuti, ma prima di andarsene queste carogne hanno lanciato un bicchiere scheggiato che ha colpito in pieno volto il compagno Sasha  procurandogli la perdita dell’occhio sinistro.

Nell’esprimere al compagno Sasha e alla sua famiglia tutta la nostra solidarietà, vogliamo denunciare ancora una volta il clima intollerabile che si vive nella nostra città, visto che gli innumerevoli e continui episodi di aggressioni fasciste vengono sottaciuti o minimizzati pur di non sminuire l’immagine ipocrita di questa “ridente” città vetrina.

Botte, minacce, aggressioni, intimidazioni da parte dei più che noti fascisti, tifosi dei BullDog etc, a cui il comune di Lucca concede spazi per concerti e patrocini per iniziative “culturali” che appaiono sempre più come una copertura politica all’atteggiamento aggressivo di questi figuri, nonostante le numerose inchieste a loro carico.

Se si è arrivati al punto che si può perdere un occhio per aver passato una serata con gli amici dopo una settimana di lavoro, significa che la situazione è degradata a tal punto che nessuno si può sentire tranquillo.

Ma se questo è proprio quello che vorrebbero imporre queste carogne attraverso le minacce e le aggressioni, dobbiamo reagire per garantire l’agibilità politica e sociale, denunciando le collusioni e le coperture politiche di cui godono questi vigliacchi fascisti.

Saremo vicini al compagno Sasha e invitiamo chi ancora si sente democratico e antifascista a prendere  una posizione.

Annunci

~ di caatsiena su giugno 3, 2010.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: